Assemblea Regionale

Home / La nostra squadra / Assemblea Regionale
Articolo 12 – STATUTO REGIONALE PD UMBRIA
  1. L’Assemblea regionale è composta da 250 rappresentanti che vengono eletti, nelle circoscrizioni e collegi previsti dal Regolamento elettorale, in proporzione ai voti ricevuti dal partito nei diversi collegi nelle ultime elezioni politiche secondo le modalità previste dal successivo Art. 16 nonché da:
    a) il Segretario regionale, nonché il Vice Segretario ove nominato;
    b) il Tesoriere regionale;
    c) i Segretari delle Unioni Provinciali;
    d) il capogruppo in Consiglio Regionale;
    e) il Presidente della Regione, se iscritto al partito;
    f) il Coordinatore dell’organizzazione giovanile;
    g) la Coordinatrice della Conferenza permanente delle donne;
    h) i candidati a Segretario regionale che abbiano conseguito un numero di consensi pari almeno al 5% dei voti espressi nella consultazione aperta a tutti gli elettori.
  2. Se non eletti ai sensi del comma precedente, partecipano all’Assemblea, con diritto di parola, i Sindaci dei Comuni capoluogo, i Presidenti di Provincia, i Consiglieri regionali e i Parlamentari nazionali ed europei eletti nelle liste del Partito Democratico – Unione regionale dell’Umbria.
  3. L’Assemblea regionale ha competenza in materia di indirizzo generale della politica del partito nella regione.
  4. L’Assemblea regionale esprime indirizzi sulla politica del partito attraverso la discussione e il voto di mozioni, ordini del giorno, risoluzioni. Organizza il proprio lavoro sia attraverso riunioni plenarie sia attraverso commissioni permanenti o temporanee.
  5. Il funzionamento dell’Assemblea regionale e le modalità di formazione delle decisioni sono disciplinati da apposito Regolamento approvato dalla Assemblea regionale. Nel regolamento vengono rispettati i seguenti principi:
    a) convocazioni effettuate con preavviso minimo di 10 giorni, ridotto in casi di urgenza motivata;
    b) pubblicità delle sedute;
    c) invio preventivo dei documenti da sottoporre ad approvazione;
    d) verbalizzazione delle sedute;
    e) decadenza dei componenti dell’Assemblea, nel caso di tre assenze non giustificate;
    f) scrutinio segreto su votazioni che riguardino singole persone;
    g) validità delle deliberazioni collegata al rispetto di quanto previsto dal comma 2 del precedente Art. 9.
  6. L’Assemblea elegge a scrutinio segreto il proprio Presidente. Nel caso in cui nessun candidato abbia conseguito un numero di voti almeno pari alla maggioranza dei componenti, si procede immediatamente ad una seconda votazione di ballottaggio tra i due candidati più votati.
  7. Il Presidente dell’Assemblea regionale è eletto per la durata del mandato dell’Assemblea stessa. L’Ufficio di Presidenza è composto al massimo da 5 componenti eletti dalla Assemblea Regionale, rispettando i criteri della rappresentanza di genere e del pluralismo interno al partito.
  8. Su richiesta motivata del 15% dei componenti, l’Assemblea può esprimere un voto di sfiducia nei confronti del Presidente. Qualora la mozione di sfiducia sia approvata dalla maggioranza assoluta dei componenti della Assemblea, si procede alla elezione di un nuovo Presidente con le modalità previste dal comma precedente
  9. L’Assemblea è convocata ordinariamente dal suo Presidente almeno due volte all’anno. In via straordinaria deve essere convocata dal suo Presidente se lo richiedono almeno un decimo dei suoi componenti, entro venti giorni dalla presentazione della richiesta.
  10. L’Assemblea regionale può, su mozione motivata approvata con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti, sfiduciare il Segretario regionale. Se l’Assemblea sfiducia il Segretario si procede a nuove elezioni per l’Assemblea e il Segretario.
  11. Il Presidente stabilisce l’ordine del giorno della Assemblea, previa concertazione con il Segretario Regionale. Raccoglie istanze, mozioni e interpellanze inoltrate dai componenti della Assemblea, che andranno a integrare l’ordine del giorno successivo alla data di presentazione delle stesse. Garantisce la corretta stesura del verbale e stabilisce la data dalla quale lo stesso è consultabile.

ASSEMBLEA REGIONALE

L’Assemblea regionale è la massima assise del Partito Democratico dell’Umbria. Si compone di 250 membri direttamente eletti. All’assemblea spettano le materie di indirizzo politico, nonché organizzazione e funzionamento degli organismi regionali. Sono membri di diritto dell’assemblea: il Segretario regionale, nonché il Vice Segretario ove nominato, il Tesoriere regionale, i Segretari delle Unioni Provinciali, il capogruppo in Consiglio Regionale, il Presidente della Regione, se iscritto al partito, il Coordinatore dell’organizzazione giovanile, la Coordinatrice della Conferenza permanente delle donne, i candidati a Segretario regionale che abbiano conseguito un numero di consensi. Partecipano all’Assemblea, con diritto di parola, i Sindaci dei Comuni capoluogo, i Presidenti di Provincia, i Consiglieri regionali e i Parlamentari nazionali ed europei eletti nelle liste del Partito Democratico – Unione regionale dell’Umbria

Pagina in manutenzione…

COMMISSIONE REGIONALE PER IL CONGRESSO 2013

  • RICCI MARIA GRAZIA
  • ROSSI FRANCESCO
  • CASAGRANDE NICOLA
  • MARZIANI NOEMI
  • BISTOCCHI SARAH
  • FUSI GIANNI
  • GUERRINI DIEGO
  • ROSSI ALESSANDRA
  • MARIANI SERIANA
  • BAFFONI ANDREA
  • OTTAVI AGOSTINO
  • MOSCOLONI GIONATA
  • SCARPELLONI STEFANO