Dipartimento Agricoltura PD Umbria

DIPARTIMENTO CACCIA-PESCA

DIPARTIMENTO CACCIA-PESCA

GABRIELLI STEFANO

RESPONSABILE CACCIA-PESCA

Nato a Perugia il 30 luglio 1970. Dall’età di 20 anni ha iniziato a svolgere una intensa attività politica che lo ha portato a ricoprire incarichi di livello regionale e ad essere eletto per quattro mandati consecutivi, a partire dal 1995 nel Consiglio Comunale del Comune di Corciano. Dal 1999 al 2003 ho ricoperto la carica di Assessore delegato allo sport, rapporti con le associazioni, ambiente e trasporti pubblici; dal 2003 al 2006 quella di Assessore delegato allo sviluppo economico e ambiente. Dal 2006 al giugno 2009 ho ricoperto la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituzione “Corciano domani”, organismo strumentale dello stesso Comune di Corciano delegato alla gestione dei servizi scolastici, del trasporto pubblico e dello sport. Dal luglio 2009 al gennaio 2013 sono stato, di nuovo, Assessore delegato all’attività edilizia, infrastrutture e mobilità. Dal 27 dicembre 2012 al 15 gennaio 2013 ho ricoperto la carica di Vice Sindaco.

Dal 2014 è responsabile dei Dipartimenti Pd dell’Umbria Politiche venatorie e gestione dei rifiuti.

Politiche venatorie

Ancora oggi la nostra terra è una delle aree del paese a maggior incidenza venatoria e negli anni si è costruito un quadro normativo, in materia, fra i più avanzati d’Italia. Il dipartimento caccia del Pd dell’Umbria intende salvaguardare questo patrimonio ma anche sviluppare un dibattito che veda protagonisti non solo i cacciatori  ma tutti i soggetti impegnati nella tutela e la valorizzazione delle nostre realtà per fini ambientali, agricoli e per questi motivi auspicano un esercizio dell’attività venatoria nel rispetto delle norme, compatibile e sempre di più orientata alla gestione del territorio.

La caccia in Umbria ha tradizioni antiche. Ha accompagnato l’evoluzione dei rapporti sociali. Il Pd dell’Umbria riconosce quindi alla caccia un valore sociale e popolare autentico capace di incidere nella cultura, nella economia nell’ambiente come opera di gestione della fauna e del territorio della nostra Regione.